Paola, pallavolo negata: la difesa del gestore del palazzetto

Livio Sganga dell'Asd Città di Paola calcio a 5 si difende. Ecco le sue ragioni sul perché alle squadre di pallavolo cittadine viene negato l'uso della palestra comunale che gestisce.

PAOLA – “Sto ricevendo soltanto provocazioni“.

Il gestore del palazzetto comunale, il presidente del Città di Paola calcio a 5, Livio Sganga, interviene dopo la protesta “singolare” della squadra di pallavolo. Si dovrebbe contribuire secondo Sganga alle spese di mantenimento della struttura.

Un caso che sta creando anche imbarazzo nel mondo sportivo locale per il quale il presidente riferisce di nutrire grande rispetto.

“Facendo in tal modo vengono meno certi valori. Ricordo a tutti – dice Sganga – che ho avuto dal comune la concessione del palazzetto perché sono stato l’unico rappresentante di una società ad aver manifestato la volontà di gestirla senza conoscere le spese che ci sarebbero state da affrontare. Sin dal primo momento ci siamo attivati a sostituire tubazioni, porte, vetrate in frantumi e scaldabagni. Ci siamo anche accollati la pulizia perché il comune era impossibilitato a sostenere questi costi”.

C’è stata anche una proposta di consorzio ma non conoscendo nessuna entità certa di spese le squadre di pallavolo hanno deciso di lasciare l’affidamento a Sganga.

“L’Asd calcio a 5 Città di Paola che ad oggi gestisce la struttura – rileva ancora il presedente – conosce bene i valori dello sport. Alla base ci dovrebbe essere collaborazione, rapporto umano e confronto. A quanto pare però non tutti ne sono a conoscenza”.

Quindi sulla protesta della pallavolo maschile: “I ragazzi dell’avviamento alla pallavolo usufruiscono della struttura senza problemi. L’allenatore però si è messo di traverso e non capisco il motivo. Se non fosse per lui si riuscirebbe a ragionare bene anche con le altre società”.

Quindi fa presente: “La pallavolo ha quasi il monopolio del palazzetto. E anche le lezioni della volley portano proventi che comunque non vanno in beneficenza. In conclusione bisognerebbe capire che ad oggi l’uso del palazzetto non è più gratuito e che se i proventi non sono sufficienti non può essere un problema del sottoscritto. Non si dimentichi che prima i servizi erano carenti, i costi sono giustificati dai miglioramenti apportati”.

In ogni caso se non prevarrà il buon senso nel prossimo futuro la situazione diverrà difficile da gestire.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

PUBBLICITA

BlogTortora mette a tua disposizione un sistema facile, innovativo e sicuro per acquistare i nostri migliori spazi pubblicitari in pochi semplici click. Puoi dare visibilità alla tua attività promuovendoti su posizionamenti dal forte impatto visivo, anche se hai un budget contenuto. Sarai tu a scegliere dove comparire e sarai sempre consapevole del prezzo finale d'acquisto. Se non hai il banner, nessun problema, lo creiamo noi. Invia una mail con la richiesta di preventivo a info@blogtortora.it